Il Fiume

Le nostre vigne sono nelle Grave del Friuli, all’altezza di un antico guado lungo il Tagliamento. I filari delle viti sono allineati sull’etichetta di Cuntrevìnt, accanto a quel nastro limpido e irregolare che è il fiume.

Un fiume vigoroso – come solo i fiumi sanno essere – che nei secoli si è fatto spazio plasmando il nostro paesaggio. Un fiume inquieto che, a tratti, scompare sotto terra per rifarsi vivo più a sud, tra le risorgive. Un fiume ancora naturale, anzi: l’ultimo fiume selvaggio d’Europa, un patrimonio unico.